Cos’è l’enrosadira?

Cos’è l’enrosadira?

E perché si parla delle “burning Dolomites”?
Sicuramente avrete già sentito parlare dell’enrosadira – forse anche in relazione con le Dolomiti. Ma di che cosa si tratta esattamente? Ve lo spieghiamo noi…
Che cos’è l’enrosadira?
Si tratta di un fenomeno naturale: quando la luce del sole batte sulle rocce in alta montagna, le tinge di bellissime sfumature di rosso, arancione e rosa. Il fenomeno si può osservare nelle montagne di tutto il mondo, ma le Alpi, e soprattutto le Dolomiti, sono note per il loro colore intenso – così intenso, infatti, che si parla anche delle “burning Dolomites” – le Dolomiti ardenti.

Cosa vuole dire esattamente ”enrosadira”?
Il nome per questo spettacolo naturale deriva dal ladino. La popolazione ladina è il gruppo linguistico più piccolo dell’Alto Adige e vive in alcune valli delle Dolomiti. Da sempre, i ladini sono molto connessi al paesaggio naturale che li circonda. Letteralmente, enrosadira vuol dire “tingersi di rosa” – ed è proprio quello che le Dolomiti fanno. I ladini hanno notato, ammirato e documentato questo spettacolo già molto prima che arrivassero i primi ospiti nella loro terra.

Perché si forma l’enrosadira?
La fisica moderna ci può spiegare perché le Dolomiti diventano rosa in certi periodi del giorno: se il sole è basso all’orizzonte, la luce deve percorrere un tragitto più lungo attraverso l’atmosfera terrestre. Durante questo tragitto, la parte blu della luce si sparge in altre direzioni. Quel che rimane è la luce rossa, particolarmente intensa sulle rocce biancastre (o innevate) delle Dolomiti. Anche quando il sole si trova poco sotto l’orizzonte, una piccola percentuale della luce raggiunge ancora le rocce, chiamata la “seconda colorazione”.

Come si spiegava la popolazione di una volta le Dolomiti rosa?
Prima che esistesse una spiegazione scientifica per l’enrosadira, gli abitanti delle Dolomiti se la spiegavano in modo diverso: con la leggenda di Re Laurino e il suo giardino di rose. Secondo la leggenda, nel gruppo del Catinaccio, la parte delle Dolomiti che si trova dietro al Moseralm, una volta abitava un popolo di nani. Il suo re, Laurino, s’innamorò della figlia del Re dell’Adige e decise di rapirla. I soldati del re partirono per riprenderla e Laurino indossò la sua cappa magica, che lo rese invisibile. Durante la lotta però, le rose del suo giardino svelarono la sua posizione muovendosi quando passava – fu scoperto e catturato. Di seguito, lanciò una maledizione al suo giardino, impedendogli di fiorire di giorno o di notte, ma dimenticò di menzionare anche l’alba e il crepuscolo. Così, ancora oggi, si può ammirare il giardino solo durante questi periodi del giorno.

Quando si può osservare l’enrosadira?
La leggenda presuppone che l’enrosadira sia visibile all’alba e al crepuscolo – ed è giusto: poco prima e poco dopo il sorgere e il tramonto del sole, le rocce delle Dolomiti risplendono nelle più belle sfumature di rosa se il cielo è limpido. Anche se l’enrosadira è visibile durante tutto l’anno, l’estate e l’autunno sono le stagioni dove è più facile e più bello vederla. Questo perché nelle stagioni calde ci sono più giornate di sole nelle Dolomiti, e anche perché i colori autunnali degli alberi intensificano lo spettacolo naturale dell’enrosadira.

Da dove si possono ammirare le burning Dolomites?
Il Moseralm si trova direttamente di fronte al gruppo del Catinaccio, dove secondo la leggenda fioriva il giardino di rose di Re Laurino. Infatti, in lingua tedesca, si chiama letteralmente giardino di rose. Questo vuol dire che è uno dei posti migliori per osservare l’enrosadira. Come nostri ospiti potete ammirarla dall’Enrosadira Sky Pool oppure dalle diverse saune panoramiche. Il nostro focolare “Rosegarden on fire” vi porta il fuoco delle Dolomiti direttamente in casa. Inoltre, il nostro team sarà lieto di darvi consigli su escursioni, anche guidate, che vi porteranno ai luoghi panoramici più belli per ammirare l’enrosadira.
 
Un’immagine vale più di mille parole – per cogliere l’enrosadira in tutto il suo splendore, dovete vederla dal vivo! Visitateci presto al Moseralm Dolomiti Spa Resort e fatevi un’immagine della bellezza delle Dolomiti patrimonio UNESCO. Mandateci subito una richiesta non vincolante oppure prenotate direttamente la vostra vacanza nelle montagne più belle del mondo.
Newsletter
Posta dalle montagne
Info & News
 
 
 
Abbonati
 
 
Hotel MoseralmHotel Moseralm
Via Bellavista 8I-39056 CarezzaDolomiti - Alto Adige - ItaliaTel. 0471 61 21 71
DOLOMITI HOTELSDOLOMITI HOTELS
Cinque hotel, cinque location speciali, un’unica famiglia. Nelle Dolomiti dell’Alto Adige, considerate da Reinhold Messner le montagne più belle del  mondo.
DOLOMITI HOTELS
DESIDERO ARRIVARE IL
DAL
15.06.2024
 
E RIMANERE FINO AL
AL
22.06.2024