La storia

La storia dell’attuale Berghotel Moseralm è ricca di tradizione:

un tempo qui sorgeva una piccola baita di proprietà del Moserhof di Nova Levante. In estate nella malga Moser veniva stivato il fieno dei prati vicini, in inverno la malga restava vuota. Il 26.08.1949 Siegfried Auer, uno dei 12 figli della „Famiglia del Moserhof“, tornò in patria dopo 10 anni di fronte e prigionia russa.

Siegfried Auer si ritirò nella solitaria malga Moser, che era abitata solo in estate dai „Moder“ (chi raccoglieva il fieno) del podere e dei paesi. Filomena, la bella giovane della Val d'Ultimo che lo aiutava, gli fece girare la testa. Siegfried costruì un nido costituito da 4 stanzette di legno e il 1° maggio 1952 i due si sposarono. In questo periodo la piccola malga accoglieva già alcuni ospiti. Siegfried e Filomena ebbero sette figli e continuarono ad ampliare la piccola malga.
 
 
 
 
Nel 2002, dopo tante trasformazioni, ristrutturazioni e nuove costruzioni e con l'aiuto della grande famiglia, Monika, figlia di Siegfried, e il marito Georg Eisath rilevarono l'hotel.

Nel 2006 Monika e Georg hanno ristrutturato ampliamente l'hotel a 4 stelle, che da quel momento non lascia più alcun desiderio inappagato.
Da quasi 60 anni la famiglia si sforza di offrire agli ospiti un'esperienza unica nella natura intatta delle Dolomiti: una visione che ha caratterizzato l'hotel sin da principio.